Loading color scheme

Curriculum

Officine Psicologiche (OP), Associazione di Promozione Sociale, nasce in seno alla Neuropsichiatria Infantile dell’Università degli Studi di Roma, La Sapienza, da un gruppo di psicologi con formazione e esperienze professionali diverse, ma accomunati dall’attenzione allo sviluppo individuale e gruppale. In questo senso, il focus delle attività associative si è da subito concentrato sulla progettazione sociale e il mondo dell’educazione e formazione in ambito scolastico e universitario.

Nel marzo/aprile 2016, l’Associazione è stata coinvolta nella formazione di studenti universitari afferenti alla facoltà di Psicologia della Sapienza per il corso “Disturbi del Neurosviluppo e Correlati Psicopatologici”, a cura della prof.ssa Roberta Penge, anno accademico 2015/2016. In particolare, i membri del gruppo direttivo – dr.ssa Enrica Cellitti, dott.ssa Carol Faitella, dott. Giuseppe Andrea Messina e dott. Riccardo Paduano – hanno tenuto lezioni relative ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento e al Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.

Nei mesi successivi, OP è stata impegnata nella formazione dei docenti dell’Istituto Comprensivo Statale di Mileto (VV), in un progetto dal titolo “Dinamiche relazionali e comportamentali all’interno del gruppo-classe”. Il focus del progetto si è mosso lungo una dialettica tra l’importanza dell’aspetto relazionale e gli obiettivi di apprendimento. Le attività sono state svolte mediante una dinamica laboratoriale volta a promuovere la motivazione e la partecipazione degli insegnanti.

Dal novembre 2016, è in corso una collaborazione con l’Istituto Comprensivo “F.lli Beguinot” di Paliano (FR) presso il quale l’associazione, con i finanziamenti del Comune di Paliano, porta avanti un progetto di sportello di ascolto psicologico e counseling per studenti, genitori e insegnanti, screening e formazione/informazione rivolta a insegnanti e genitori.

Tale sportello è inteso come luogo di accoglienza, sostegno dello sviluppo personale, gestione di situazioni vissute come problematiche nella vita scolastica; in particolare, il servizio intende essere un intervento di prevenzione primaria rispetto alla dispersione scolastica, l’insuccesso e il bullismo.

Le attività di screening sono rivolte a tutti gli studenti di ogni ordine e grado di istruzione presenti: scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. In particolare, l’intervento è volto all’osservazione precoce e prevenzione di Disturbi Generalizzati dello Sviluppo, Disturbi dello Spettro Autistico, Disturbi Specifici dell’Apprendimento, Disturbi Comportamentali e Disturbi del Tono dell’Umore.

Dal gennaio 2017, l’Associazione è stata impegnata in un progetto di formazione rivolto ai docenti dell’Istituto Comprensivo Statale di Mileto (VV): “Metodologie didattiche innovative: la didattica laboratoriale al servizio della classe”.

Tale progetto, in continuità con le attività formative dell’annualità 2015/2016, ha inteso fornire strumenti per la personalizzazione dei processi di insegnamento-apprendimento, fondando il suo intervento sui più recenti riscontri scientifici legati al metodo didattico.

Contemporaneamente, sempre sul territorio calabrese, l’Associazione è stata impegnata in un progetto di formazione di un campione statisticamente significativo del corpo docente della regione, presso l’Istituto Comprensivo Amerigo Vespucci di Vibo Marina (VV). Tale progetto, finanziato con i fondi dell’ampliamento offerta formativa ex legge 440, ha trovato il suo focus nel cooperative learning, la peer education, e la ricerca-azione.

Dal febbraio 2017, OP, in rete con la Regione Lazio, il Comune di Paliano e la Cooperativa sociale e di volontariato “Insieme per gli altri o.n.l.u.s.”  ha predisposto un intervento denominato “Educare con Efficacia: il bambino al centro”. In particolare, OP ha svolto attività di formazione rivolte agli educatori professionali e ai genitori attraverso l’approccio bio-psico-sociale, per l’approfondimento dello sviluppo psico-motorio, cognitivo e affettivo-relazionale.

Ancora, in rete con il Comune di Paliano, la scuola e le associazioni culturali presenti sul territorio, l’Associazione ha collaborato alla presentazione di un progetto per cui è stato richiesto il finanziamento regionale per prevenire e contrastare la dispersione scolastica, promuovere interventi coerenti con gli specifici bisogni degli alunni e favorire un ampliamento dei percorsi curriculari.

Il 2018 ha visto le attività di progettazione sociale e formazione professionale dell’Associazione crescere ulteriormente: in particolare, sul territorio calabrese, OP ha progettato e sviluppato operativamente attività di formazione dei docenti presso l’Istituto Comprensivo De Amicis, Vibo Valentia (VV). Il progetto, in linea con la mission dell’Associazione, ha coinvolto gli insegnanti in attività teorico-pratiche volte a ampliare il bagaglio psicologico e relazionale indispensabile per supportare gli obiettivi di apprendimento degli studenti.

In continuità con tale progettazione, la scuola e l’Associazione hanno strutturato un percorso che vedrà impegnati, anche in questa annualità scolastica (2018/2019), gli insegnanti di questo Istituto in attività formative ulteriori volte a personalizzare i percorsi di apprendimento degli studenti a partire dal riconoscimento dei loro “bisogni educativi speciali” (“Bisogni Educativi Speciali e Metodologie Didattiche Innovative”). Contestualmente, nella primavera 2019 è stata programmata un’attività di formazione presso il Convitto “Filangeri” di Vibo Valentia con la stessa organizzazione.

Infine, nell’aprile 2018, OP, in rete con altri 72 partner sul territorio nazionale (24 scuole, 36 enti del terzo settore, 12 enti pubblici), ha visto finanziato dall’IMPRESA SOCIALE CON I BAMBINI – che ha stanziato un fondo cospicuo per combattere la povertà educativa e l’abbandono scolastico nei territori svantaggiati sul territorio nazionale – il progetto T.E.R.R.A. (Talenti Empowerment Risorse Reti per gli Adolescenti) con un fondo di 2.382.148,00 euro. Il progetto, che mette in rete territori che presentano situazioni socio-economiche simili della Regione Lazio, Toscana, Abruzzo, Calabria, Puglia e Lombardia, punta sullo sviluppo e sul ruolo della Comunità Educante come perno sociale che integra la partecipazione attiva della cittadinanza alla solidarietà sociale di tutti gli attori territoriali. Si sperimenterà, per 48 mesi, un modello di inclusione sociale e contrasto alla povertà educativa mediante filo rosso che attraversa tutte le attività previste: l’identità socio-culturale correlata alle tradizioni e alle innovazioni dei territori.

In questa cornice, OP – oltre ad occuparsi della formazione degli studenti nelle scuole calabresi coinvolte – è stata indicata quale partner referente per la Regione Calabria con il compito di coordinare le attività e promuovere i lavori mediante l’organizzazione di eventi volti a coinvolgere la Comunità Educante nella progettazione sociale. Inoltre, OP, si occuperà di strutturare workshop e presidi di ascolto psicologico e sostegno alla genitorialità in tutte le Regioni coinvolte nel progetto T.E.R.R.A., estendendo così il suo intervento sul piano nazionale.

Per quanto riguarda l’attività clinica, il team di OP, in collaborazione con la Neuropsichiatria Infantile di via dei Sabelli, svolge attività di supporto agli apprendimenti e alla socializzazione di bambini e adolescenti. Inoltre, svolge attività di valutazione neuro-psicodiagnostica e supporto psicologico individuale e di gruppo nelle regioni Lazio – in particolare Roma, Paliano e Pomezia – e Calabria, Vibo Valentia.